Bevanda fresca e dissetante, a Campobasso dal 31 agosto al 2 settembre torna "Birrae" il festival delle birre artigianali


Campobasso - Festival delle birre artigianali

Fresca e dissetante, sono queste le peculiarità di una bevanda conosciuta fin dall’antichità. Chi ama la birra, può fare tappa in Molise  dal 31 agosto al 2 settembre.

 Birrae” è il festival delle birre artigianali di Campobasso organizzato dall’associazione Mu.Se, HOPS UP! e Zeppelin Pub, con il patrocinio degli assessorati alle Attività Produttive e alla Cultura del Comune di Campobasso, in programma da venerdì 31 agosto a domenica 2 settembre a Piazzetta Palombo, a partire dalle 17. Arrivato alla sua quarta edizione, Birrae 2018 si articolerà in tre giorni in cui ad essere protagonisti saranno, come sempre, alcuni tra i migliori birrifici italiani, quest’anno tutti del Sud Italia: Yblon e Malarazza dalla Sicilia, Birranova dalla Puglia, Birrificio Maiella dall’Abruzzo, Birrificio del Vulture dalla Basilicata, Cauldron dalla Campania e, ovviamente, non mancherà una rappresentanza molisana con Cantaloop, La Fucina, Hops Up! e Birra Fardone. Come sempre, alle spine saranno presenti i birrai con i quali sarà possibile scambiare opinioni, chiedere informazioni e curiosità sull’ampio e affascinante mondo della birra artigianale.




Termoli/Laboratori estivi di Archeologia, il 27 agosto c'è il "Mosaico creativo"


estate termoli2

Dopo il grande successo dei primi due “Laboratori Estivi di Archeologia” e a seguito delle numerose e interessate richieste di partecipazione, l’Associazione “Contrade Termoli Nord” propone una piccola variante al calendario estivo, e l’aggiunta di un nuovissimo appuntamento. Infatti, il laboratorio “Mosaico Creativo” viene anticipato dal 04 settembre al 27 agosto, sempre alle ore 17,00. e sempre presso la sede dell’Associazione, in via G. Pascoli, località Colle delle Torre; mentre, il 07 settembre è fissato il nuovo appuntamento con “Piccoli esploratori nel Borgo”, una passeggiata archeologica nel centro storico di Termoli, per bambini dai 4 ai 14 anni, L’incontro è alle 17,00 presso il Belvedere dei Fotografi.
Vi ricordiamo che i laboratori didattici sono realizzati degli operatori, esperti di beni culturali, dell’Associazione Me.MO Cantieri Culturali a.p.s. Il primo laboratorio, dal titolo “Trame e intrecci dei Frentani”, si è tenuto lo scorso 21 luglio, mentre “Oggi scavo io!”, laboratorio di scavo archeologico, in due turni, il 07 e 08 agosto scorsi. La presidente Maria Longo e i soci dell’Associazione “Contrade Termoli Nord” sono molto soddisfatti dell’ottima patecipazione di grandi e piccoli agli eventi, soprattutto perchè, attraverso questi incontri, si intende creare, anche
nella aree limitrofe della città, un punto di aggregazione per i più giovani.
Posti limitati, prenotazione obbligatoria, entro due giorni prima, al numero 3479371813.
Il costo è di 5,00 euro a partecipante per ogni laboratorio.




Venafro/"L'Opera al laghetto", sold out per "La Traviata" il 26 agosto. Ma per il 27 è programmata una replica


venafro laghetto traviata liricaTutto esaurito, oppure come è più di moda sold out per la La Traviata”, in programma il 26 agosto a Venafro. Un successo forse inaspettato tanto che l’assessore regionale alla Cultura e Turismo, Vincenzo Cotugno, in accordo con il presidente della Regione, Donato Toma, ha programmato per il 27 agosto una replica dell’evento che rientra nel progetto della Regione ‘Turismo è Cultura’. Per ‘L’Opera al laghetto’, infatti, sono già arrivate oltre duemila richieste a fronte di una disponibilità di 536 posti.

    “Esprimo tutta la mia soddisfazione per l’enorme interesse che sta riscuotendo l’evento – commenta Cotugno – è un segnale che l’intero progetto regionale sta ricevendo quell’interesse e apprezzamento che ci aspettavamo. Stiamo lavorando – conclude – per venire incontro al desiderio di tanti di essere presenti ad un evento regionale che richiamerà molti appassionati anche di fuori regione”.




L'Associazione Nuovo Cinema Molise presenta l'11 agosto il cortometraggio "Io non ho mai" interamente girato a Sant'Angelo del Pesco


locandina film Gai

L’Associazione Culturale Nuovo Cinema Molise comunica che nella serata di sabato 11 agosto a Sant’Angelo del Pesco sarà organizzata una serata evento per la proiezione del cortometraggio IO NON HO MAI, scritto e diretto da Michele Saia.

IO NON HO MAI è la prima produzione cinematografica realizzata dall’ Associazione Nuovo Cinema Molise ed è stata girata in gran parte a Sant’Angelo del Pesco e sul territorio molisano.

Il cortometraggio è stato selezionato al prestigioso festival I LOVE GAI ( Giovani Autori Italiani ) che si svolgerà a Venezia il 31 agosto nell’ambito della mostra internazionale del cinema di Venezia.
Inoltre è stato selezionato al Visioni corte film festival che si svolgerà a Gaeta in ottobre e al Palena Film Festival  che si svolge dal 7 al 10 di agosto.




La notte di San Lorenzo e le stelle cadenti. Tra i luoghi magici per Il Sole 24 Ore c'è il Castello Pandone di Venafro


venafro al tramonto

La notte di San Lorenzo, le stelle che cadono e i desideri che  in silenzio si esprimono. Vai a vedere poi se si avverano! Lo spazio ci sta regalando un 2018 ricco i eventi, l’eclissi di luna, la straordinaria vicinanza di Marte alla Terra, e ora questo 10 agosto che si avvicina  e che è sempre più ricco di fascino. “Un 10 agosto che ci vedrà con certezza a guardare in alto qulle stelle cadenti che, scientificamente sono frammenti della cometa 109P/Swift-Tuttle”.  Insieme alle stelle cadenti diventano magici anche i luoghi di osservazione. Ed ecco che Il Sole 24 Ore segnala una località molisana da cui godere lo spettacolo: il Castello Pandone di Venafro dove il 9 agosto una conferenza illustra l’influsso del sole persino sull’industria 4.0.  Per il quotidiano economico un doppio appuntamento da non perdere.

Per leggere tutto l’articolo de Il Sole24Ore:

http://www.ilsole24ore.com/art/moda/2018-08-02/da-catania-isernia-fin-dolomiti-posti-magici-ricerca-stelle-cadenti-191304.shtml?uuid=AEgJ8CWF




Centinaia di persone in fila per la Pezzata a Capracotta. Consumati 700 chili di pecora e 800 chili di agnello


Capracotta 05.08.2012Settecento chili di pecora, 800 chili di agnello e centinaia di persone in fila dalle 9,00 di questa mattina. Sono i numeri della 53esima edizione della ‘Pezzata’, la sagra pastorale che si svolge ogni prima domenica d’agosto a Capracotta  sul Pianoro di Prato Gentile . La ‘pezzata’, pietanza a base di pecora, veniva preparata dai pastori capracottesi durante la transumanza utilizzando le carni, tagliate a pezzi da cui il nome, degli ovini che si infortunavano durante il tragitto e non potevano proseguire il cammino. La cottura, che dura 5 ore, passa per varie fasi: la schiumatura, per togliere il grasso, l’aggiunta degli ortaggi e, infine, delle erbe aromatiche. L’agnello, invece, viene cotto sua brace e servito, come la ‘pezzata’, in ciotole di terracotta. Le carni sono tutte locali e provengono da pascoli di altura. Oltre 100 le persone impegnate nell’organizzazione della Sagra gestita dalla Proloco di Capracotta che ancora una volta si è rivelata un successo.




Note jazz e blues conGegè Telesforo e Scott Henderson. Torna il Trivento Music Festival


trivento festival

Torna anche quest’anno il Trivento Music Festival, giunto alla sua quarta edizione e promosso dalla Pro Loco Terventum con il patrocinio del Comune di Trivento. Quest’anno a farla da padrone saranno le note jazz e blues di due grandi artisti di fama internazionale. Il festival, si terrà Sabato 4 e Domenica 5 Agosto presso la monumentale scalinata di San Nicola ed ad esibirsi quest’anno saranno Scott Henderson con il suo trio e Gegè Telesforo con il suo quintetto, rispettivamente i prossimi  4 e 5 Agosto.

Scott Henderson è considerato uno dei più grandi chitarristi jazz e fusion del panorama mondiale e vanta collaborazioni prestigiosissime  quali quelle con l’Elektric Band di Chick Corea e il Joe Zawinul Syndicate.

Nel 1991 è stato eletto da “Guitar World” come il chitarrista jazz n. 1 al mondo e nel gennaio del 1992 viene nominato n. 1 da “Jazz Guitarist” nella selezione annuale dei lettori.

Cantante, percussionista, polistrumentista, Producer e A&R dell’etichetta Groove Master Edition, ma anche giornalista, entertainer, autore e conduttore radiotelevisivo, GeGè Telesforo rappresenta una figura professionale dai mille contorni, e dalle altrettante sfumature. Nato artisticamente con Renzo Arbore, che ne ha scoperto le incredibili doti vocali, Telesforo ha saputo, nel corso degli anni, individuare un proprio progetto di ricerca, che ha il suo nodo centrale nello scat, ovvero I’improvvisazione vocale.

Ha vino il premio JAZZIT AWARD WINNER/Best Male Vocalist per gli anni 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015.

Telesforo si esibirà con il suo quintetto composto da Alfonso Deidda, Marco De Gennaro, Fratello Joseph Bassi e Michele Santoleri.

Durante entrambe le giornate, sarà esposto il tappeto ad uncinetto più lungo del mondo, la creazione ad uncinetto che ha visto la partecipazione di persone da tutto Italia ed anche dall’estero e sarà possibile acquistare le piastrelle ad uncinetto. I proventi delle vendite verranno devoluti all’Associazione Famiglie SMA, impegnata in prima linea nella lotta all’Atrofia Muscolare Spinale.




Cammina Molise! in diretta il 3 agosto su Rai1


cammina-molise-2018

 Dopo Rai 3, con la trasmissione “Geo”, anche Rai 1 si occuperà di “cammina, Molise!” nel programma “La vita in diretta”. Infatti il Coordinamento di “Cammina, Molise!” ha accolto l’invito di Rai Uno a partecipare alla trasmissione “La vita in diretta” per venerdì 3 agosto. L’orario della diretta è prevista per le h.18,00 e la location è l’albergo Palma di Castropignano, dove alloggeranno la maggior parte dei marciatori.

L’occasione per tutti noi molisani è importante. Una vetrina a livello nazionale apprezzabile soprattutto per i paesi interessati all’attraversamento dei quattro giorni di marcia.

Tutti i comuni di “cammina, Molise! 2018″, San Felice del Molise, Acquaviva Collecroce, Palata, Montecilfone, Tavenna, Mafalda, Sant’Elia a Pianisi, Pietracatella, Gildone e Cercemaggiore, saranno presenti all’evento con una delegazione, rappresentata dal proprio gonfalone, che pubblicizzerà il proprio borgo con prodotti tipici, costumi tradizionali ed usanze locali, gruppi folkloristici, prodotti d’artigianato locale, illustrazione delle peculiarità storiche e culturali. Saranno presenti tutte le Pro Loco e le Associazioni che collaborano all’accoglienza dei marciatori.

Il tutto avverrà mentre i marciatori, alla spicciolata, arriveranno in albergo da ogni parte d’Italia ed anche dall’estero per assicurarsi una notte di riposo ed essere pronti il giorno dopo per iniziare a conoscere il Molise a piedi.

In pratica assisteremo sulla Rai, in diretta, ad un BENVENUTO speciale, riservato ai marciatori di “cammina, Molise! 2018”.

Un invito quindi ai marciatori, in particolare a quelli che arriveranno con la propria auto, di arrivare in tempo (prima delle 17,30) per onorare il “benvenuto” ed un invito a tutti i molisani di partecipare, senza sforzi di gambe e piedi, alla visione della trasmissione.




Molise Pride, Luxuria:"A Campobasso è esplosa la bomba dell'allegria". Oltre 3000 partecipanti all'evento secondo l'Arcigay


Campobasso - Molise Pride

E’ stata come e più di una festa, anzi una vera e propria bomba di allegria. Così l’ha definita la madrina , Luxuria. Rappresentanti delle istituzioni, famiglie, adulti, ragazzi e anche bambini. In tanti, tra i tremila e i cinquemila secondo le stime dell’Arcigay Molise che ha organizzato l’evento – decisamente di meno, circa 600, per le forze dell’ordine – quelli che hanno partecipato alla prima edizione del ‘Molise pride’ a Campobasso. Alla manifestazione, per la quale nei giorni scorsi l’organizzazione aveva ricevuto diverse minacce, c’era anche il presidente della Regione, Donato Toma, il sindaco di Campobasso, Antonio Battista e il presidente del Consiglio comunale, Michele Durante. “Campobasso ha dimostrato di non essere omofoba – il commento degli organizzatori – e che, insieme alle Istituzioni, è necessario intraprendere un percorso concreto contro l’omofobia. Oggi Campobasso e il Molise hanno dimostrato di essere motivo d’orgoglio in tutta Italia, una città e una Regione che non escludono”.(foto ansa)




"28... ma non li dimostra": all'Ariano Film Festival un documentario del molisano Emanuele Pecoraro


locandina film Pecoraro

 Sarà proiettato il prossimo 1 Agosto, come evento speciale fuori concorso, nell’ambito della prestigiosa manifestazione “Ariano International Film Festival”, il documentario “28… ma non li dimostra”, diretto dal regista molisano, originario di Bagnoli del Trigno, Emanuele Pecoraro e prodotto dalla Cinedea srl.

Si tratta di una singolare fotografia su un periodo storico della nostra cinematografia, dalla metà degli anni sessanta ai primi anni novanta, caratterizzato da finanziamenti statali alla produzione, destinati prevalentemente, ma non solo, a opere prime e seconde, che imponevano la compartecipazione agli utili di autori, tecnici e maestranze. “28” era per l’appunto il numero dell’Articolo della Legge Cinema che regolava detti contributi finanziari. Molteplici sono stati, nel corso del tempo, gli scandali e le polemiche che hanno accompagnato l’applicazione di tali elargizioni, al punto che se n’è occupata persino la magistratura.

“28… ma non li dimostra” ripercorre quella irripetibile stagione, che ha dato origine sicuramente a molti film brutti e inutili, ma anche a tante “perle” di celluloide. Basti pensare che, grazie al meccanismo dell’Articolo 28, sono state realizzate pellicole dirette da autori poi diventati importanti come i fratelli Taviani, Sergio Rubini, Gabriele Salvatores e tantissimi altri nomi oggi prestigiosi.

Il documentario è stato ideato, scritto e realizzato dal regista e produttore Pierfrancesco Campanella, che ha esordito proprio grazie a un finanziamento dell’allora Ministero del Turismo e dello Spettacolo.

Nell’opera sono presenti spezzoni tratti proprio da alcuni film prodotti tramite le regole di quella Legge, come ad esempio “Fermate il mondo… voglio scendere!” di Giancarlo Cobelli, “Il segreto di Francesco Maselli” dello stesso Francesco Maselli e “Allullo Drom” di Tonino Zangardi. Ad impreziosire il documentario le testimonianze di molti addetti ai lavori, tra produttori, registi, consulenti e funzionari ministeriali e della Banca Nazionale del Lavoro, che aveva il compito di erogare materialmente i fondi pubblici in oggetto.

Emanuele Pecoraro

La fotografia ed il montaggio di “28… ma non li dimostra” sono a cura di Francesco Tellico. Il regista Emanuele Pecoraro ha già diretto il pluripremiato cortometraggio “Solitudini pericolose” e il documentario “La città d’acqua”.

Nella locandina del documentario è stata riprodotta “Pellicola impazzita”, olio su tavola dell’artista Mario D’Imperio.




"Femme", la creatività di quattro giovani larinesi in vetrina al Palazzo Ducale di Larino il 30 luglio


femme

Il 30 luglio 2018, alle ore 21.00 all’interno del suggestivo atrio del Palazzo Ducale di Larino, si terrà “Femme”, una manifestazione in cui verrà celebrata l’artigianalità e la creatività dei giovani larinesi.

“Femme” nasce da un insieme di idee di quattro amici artisti e artigiani, che ogni giorno vivono e lavorano nel mondo della moda, dell’arte e del design. Per questo evento, le quattro figure hanno collaborato e lavorato insieme, dimostrando come si possa e si debba creare lavoro e opportunità, mettendo insieme i talenti di ognuno. Infatti, solo facendo rete e mettendosi in sinergia, possono davvero spiccare il volo.

Le acconciature di Annamaria Radica, i tessuti e i disegni di Francesco Santoro, l’arte del cucito di Martina Di Lena e Francesca Toto danno vita a questa ambizione e a questa serata, in cui vedrete sfilare meravigliosi abiti cuciti in tessuti d’arredo arricchiti da acconciature chic. Per celebrare a pieno la bellezza delle donne, ci sarà l’ulteriore collaborazione di Rosa Patrone con i suoi accessori, che mostreranno i loro gioielli, e i cappelli e complementi di Anna Panella e Mariagrazia Barone. Al termine della sfilata, l’evento sarà allietato dal DJ set di Antonio Felice e dal cocktail bar di Giuseppe Di Cienzo.

 




"Piastrelle all'uncinetto" e beneficenza: domenica in mostra il tappeto più lungo del mondo. Ma Trivento punta anche al guinness


locandina tappeto

Domenica 29 Luglio, a partire dalle ore 11, ci sarà l’inaugurazione e la mostra itinerante della creazione ad uncinetto realizzata per l’iniziativa “Il tappeto ad uncinetto più lungo del mondo”, un’iniziativa di un gruppo di signore tridentine, capitanate da Lucia Santorelli, con la passione per l’uncinetto.

L’iniziativa, dapprima circoscritta ad un gruppo ristretto di persone nel territorio di Trivento, grazie anche alla diffusione della stessa mediante i social, ha assunto sempre di più un carattere nazionale e sovra nazionale, tant’è che ad oggi si contano circa 800 persone che hanno contribuito alla realizzazione del tappeto, provenienti dalla Valle D’Aosta fino alla Sicilia, rimanendo sul territorio nazionale, ed addirittura dal Messico, dalla Croazia e dall’Albania.

L’iniziativa, oltre che per la sua dimensione sovra nazionale, si caratterizza per il suo fine benefico. Infatti, le circa 600 piastrelle di dimensione 1m x 1m di cui è composto il tappeto, saranno messe in vendita e i proventi saranno devoluti all’Associazione Famiglie SMA, una ONLUS in prima linea nella lotta contro l’Atrofia Muscolare Spinale, una terribile malattia genetica che colpisci bambini in età pediatrica.

La Pro Loco Terventum e la Città di Trivento hanno inteso dedicare una giornata all’esposizione del tappeto, che partirà dalla monumentale scalinata di San Nicola ed arriverà in Piazza Cattedrale, snodandosi tra i più suggestivi vicoli del centro storico di Trivento.

Con l’occasione, si è deciso di coinvolgere tutte le realtà produttive locali, nonché di rendere accessibili per tutta la giornata i siti di interesse storico-culturale (Cripta di San Casto, Museo Diocesano di Arte Sacra, Cattedrale, Museo Civico di Casa Florio), per dare la possibilità ai numerosi visitatori attesi di conoscere il nostro territorio, sia dal punto di vista storico culturale, sia dal punto di vista enogastronomico e agroalimentare.

Inoltre, data l’originalità e le considerevoli dimensioni dell’opera, recentemente è stata fatta richiesta da parte della Pro Loco per l’ottenimento del Guinness World Record, come ulteriore elemento di potenziale ricaduta sul territorio.

Il programma della manifestazione è il seguente:

Ore 11 – Piazza Fontana : Cerimonia di apertura e saluti delle autorità;

Ore 12 – Scalinata San Nicola: Inaugurazione del tappeto ad uncinetto;

Ore 18:30 – Scalinata San Nicola: Visita guidata nel centro storico di Trivento a cura dell’Associazione Mu.SE (Musei e spazi in rete).

Ore 20:00 – Degustazione prodotti tipici locali e intrattenimento musicale

All’iniziativa interverranno, oltre al Sindaco della Città di Trivento e al Vescovo della Diocesi di Trivento, i rappresentanti dell’Associazione Famiglie SMA, e sono state invitate tutte le autorità regionali e provinciali.

Lungo il percorso, verrà installata una mostra su pannelli recante informazioni legate all’iniziativa, nonché notizie storico-architettoniche sui luoghi attraversati dal percorso.

Lungo il percorso e per tutta la giornata, sarà possibile degustare prodotti tipici locali. E saranno previsti dei menù tematici presso i ristoranti locali.




San Polo Matese ospita domani 22 luglio la Rassegna "Zampognari d'Italia"


locandina_32x45

 Un’intera giornata dedicata alla zampogna, quella che domani 22 luglio si terrà a San Polo Matese. Si tratta della XIX Rassegna “Zampognari d’Italia”, abbinata ai festeggiamenti in onore di San Nicola, patrono del paese. La Rassegna propone un ricco programma, tutto incentrato sulla zampogna, lo strumento musicale simbolo di San Polo e del Molise.

Alle ore 9, si inizierà con l’iscrizione degli zampognari partecipanti, provenienti da varie regioni italiane.

Alle 11, santa messa presieduta da Don Michele Pecoraro, parroco della cattedrale di Salerno, e da Don Luigi Astarita, parroco di San Polo e Campochiaro. Nel corso della cerimonia religiosa, si procederà alla benedizione delle zampogne che suoneranno durante la Rassegna. Seguiranno i saluti del Sindaco del paese matesino, Tonino Spina. Poi ci sarà la processione con la statua di San Nicola, accompagnata dagli zampognari. Alle 13, pranzo conviviale che avrà quale ospite d’onore Mons. Giancarlo Bregantini, arcivescovo di Campobasso-Bojano.

Alle ore 15, Mauro Gioielli, demologo musicale e autore di tutti i più importanti studi riguardanti le zampogne italiane, terrà nella chiesa di Sant’Antonio una conferenza su «Le antiche zampogne: dall’utriculus latino alla sordellina barocca».

Alle 16:30, esibizione dei musicisti presenti alla Rassegna, con la consegna degli attestati di partecipazione.

Alle 20, spettacolo del gruppo “Zampognari del Matese”, guidato da Maria Emanuele, che è anche il direttore artistico della manifestazione.

Infine, alle ore 21:30, concerto di musica etnica con la Compagnia Daltrocanto.

 




Note jazz e blues nell'aria il 4 e 5 agosto. Torna il "Trivento Music Festival"


Festival18

Torna anche quest’anno il Trivento Music Festival, giunto alla sua quarta edizione e promosso dalla Pro Loco Terventum con il patrocinio del Comune di Trivento. Quest’anno a farla da padrone saranno le note jazz e blues di due grandi artisti di fama internazionale. Il festival, si terrà Sabato 4 e Domenica 5 Agosto presso la monumentale scalinata di San Nicola ed ad esibirsi quest’anno saranno Scott Henderson e Gegè Telesforo, rispettivamente il 4 e il 5 Agosto.

Scott Henderson è considerato uno dei più grandi chitarristi jazz e fusion del panorama mondiale e vanta collaborazioni prestigiosissime  Seguono prestigiose collaborazioni quali quelle con l’Elektric Band di Chick Corea e il Joe Zawinul Syndicate (più di quattro anni con il mitico fondatore dei Wheater Report, assieme ad un altro grande, Wayne Shorter).

Nel 1991 viene eletto da “Guitar World” come il chitarrista jazz n. 1 al mondo e nel gennaio del 1992 viene nominato n. 1 da “Jazz Guitarist” nella selezione annuale dei lettori.

Cantante, percussionista, polistrumentista, Producer e A&R dell’etichetta Groove Master Edition, ma anche giornalista, entertainer, autore e conduttore radiotelevisivo, GeGè Telesforo rappresenta una figura professionale dai mille contorni, e dalle altrettante sfumature. Ma il minimo comune denominatore delle sue molteplici attività è la musica, anzi, la buona musica, cui il nostro dedica, da 30 anni, ogni sforzo. Nato artisticamente con Renzo Arbore, che ne ha scoperto le incredibili doti vocali, Telesforo ha saputo, nel corso degli anni, individuare un proprio progetto di ricerca, che ha il suo nodo centrale nello scat, ovvero I’improvvisazione vocale.

Memorabili i duetti vocali e le collaborazioni discografiche con Dizzy Gillespie e Tony Scott, Bob Berg, Jon Hendricks e Clark Terry, DeeDee Bridgewater.

Dal ’97 è special guest dell’Orchestra Italiana di Renzo Arbore. GeGè Telesforo è oggi riconosciuto nel mondo come uno degli ultimi artefici ed innovatori dello scat. Ha vino il premio JAZZIT AWARD WINNER/Best Male Vocalist per gli anni 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015.




Termoli/Sarà il peschereccio Pegasus a trasportare San Basso nella processione a mare del 3 agosto


 

Termoli (Campobasso), la processione di San BassoSarà il peschereccio Pegasus a Trasportare San Basso nella processione a mare del 3 agosto nell’ambito dei festeggiamenti del Santo Patrono di Termoli che dureranno tre giorni. L’imbarcazione è stata estratta a sorte durante la cerimonia che si svolge ogni anno sulla scalinata della Cattedrale alla presenza del Vescovo De Luca, delle autorità civili e militari. Il sindaco di Termoli , Sbrocca ha estratto il biglietto con il nome della barca di proprietà dell’armatore Tonino D’Ippolito. Entusiasmo della sua famiglia: la moglie Cristina e i figli Rocco e Francesco. Le autorità saliranno sul Nuovo Trenta Carrini e la banda sul peschereccio San Pio.




Termoli/Domani estrazione pubblica per scegliere il peschereccio che trasporterà la statua di San Basso


Termoli (Campobasso), la processione di San Basso

 Con una cerimonia sulla scalinata della Cattedrale di Termoli si sceglierà il peschereccio della flottiglia molisana che condurrà in mare la statua di San Basso, patrono di Termoli e protettore dei pescatori, e che guiderà la tradizionale processione di barche del 3 agosto lungo la costa molisana. A decidere quale imbarcazione trasporterà la statua del santo – scrive l’Ansa – sarà un’estrazione pubblica fissata per domani, sabato 14 luglio, alle 21, in piazza Duomo. L’evento è organizzato dalla Diocesi di Termoli-Larino e curato dal parroco della Cattedrale di Santa Maria della Purificazione, don Gabriele Mascilongo. Alla cerimonia prenderanno parte il vescovo Gianfranco De Luca, il sindaco di Termoli Angelo Sbrocca, autorità civili e militari e le famiglie della marineria.




A Trivento il tappeto a uncinetto più lungo del mondo. Cultura, creatività ed enogastronomia in vetrina domenica 29 luglio


post tappeto

Domenica 29 Luglio, a partire dalle ore 11, ci sarà l’inaugurazione e la mostra itinerante della creazione ad uncinetto realizzata per l’iniziativa “Il tappeto ad uncinetto più lungo del mondo”, un’iniziativa di un gruppo di signore tridentine, capitanate da Lucia Santorelli, con la passione per l’uncinetto.

L’iniziativa, dapprima circoscritta ad un gruppo ristretto di persone nel territorio di Trivento, grazie anche alla diffusione mediante i social, ha assunto sempre di più un carattere nazionale e sovra nazionale, tant’è che ad oggi si contano circa 800 persone che hanno contribuito alla realizzazione del tappeto, provenienti dalla Valle D’Aosta fino alla Sicilia, rimanendo sul territorio nazionale, ed addirittura dal Messico, dalla Croazia e dall’Albania.

L’iniziativa, oltre che per la sua dimensione sovra nazionale, si caratterizza per il suo fine benefico. Infatti, le circa 600 piastrelle di dimensione 1m x 1m di cui è composto il tappeto, saranno messe in vendita e i proventi saranno devoluti all’Associazione Famiglie SMA, una ONLUS in prima linea nella lotta contro l’Atrofia Muscolare Spinale, una terribile malattia genetica che colpisci bambini in età pediatrica.

La Pro Loco Terventum e la Città di Trivento hanno inteso dedicare una giornata all’esposizione del tappeto, che partirà dalla monumentale scalinata di San Nicola ed arriverà in Piazza Cattedrale, snodandosi tra i più suggestivi vicoli del centro storico di Trivento.

Con l’occasione, si è deciso di coinvolgere tutte le realtà produttive locali, nonché di rendere accessibili per tutta la giornata i siti di interesse storico-culturale (Cripta di San Casto, Museo Diocesano di Arte Sacra, Cattedrale, Museo Civico di Casa Florio), per dare la possibilità ai numerosi visitatori attesi di conoscere il nostro territorio, sia dal punto di vista storico culturale, sia dal punto di vista enogastronomico e agroalimentare.

Inoltre, data l’originalità e le considerevoli dimensioni dell’opera, recentemente è stata fatta richiesta da parte della Pro Loco per l’ottenimento del Guinness World Record, come ulteriore elemento di potenziale ricaduta sul territorio.

Il programma della manifestazione è il seguente:

Ore 11 – Piazza Fontana : Cerimonia di apertura e saluti delle autorità;

Ore 12 – Scalinata San Nicola: Inaugurazione del tappeto ad uncinetto;

Ore 18:30 – Scalinata San Nicola: Visita guidata nel centro storico di Trivento a cura dell’Associazione Mu.SE (Musei e spazi in rete).

Ore 20:00 – Degustazione prodotti tipici locali e intrattenimento musicale

All’iniziativa interverranno, oltre al Sindaco della Città di Trivento e al Vescovo della Diocesi di Trivento, i rappresentanti dell’Associazione Famiglie SMA, e sono state invitate tutte le autorità regionali e provinciali.

Lungo il percorso, verrà installata una mostra su pannelli recante informazioni legate all’iniziativa, nonché notizie storico-architettoniche sui luoghi attraversati dal percorso.

Lungo il percorso e per tutta la giornata, sarà possibile degustare prodotti tipici locali. E saranno previsti dei menù tematici presso i ristoranti locali.




Sei appuntamenti per sei serate, tonra "Jazz in Campo, Jazz in Galdo"


Campobasso, JazzSei appuntamenti per sei serate all’insegna del Jazz: dall’11 al 20 luglio in Molise ‘Jazz in Campo, Jazz in Galdo’, alla 14/a edizione, tra Campodipietra e San Giovanni in Galdo, in provincia di Campobasso. Oggi, a Campobasso, la presentazione alla stampa nella sede dell’assessorato regionale a Turismo e Cultura. Nomi nuovi e anche ritorni, come quelli di James Senese, Tony Esposito ed Ernesto Vitolo con la musica di Pino Daniele. Poi Silvia Mezzanotte, Sergio Caputo e Carlo Massarini, capostipite del giornalismo musicale, con ‘Dear Mister Fantasy – leggende e storie rock nelle fotografie’, una mostra delle foto scattate nel corso della sua attività professionale in tutto il mondo. In cartellone anche Bestaff, San Francisco String Quartet. Con l’occasione l’assessore Cotugno ha annunciato, a ottobre, gli Stati generali della Cultura e Turismo “per disegnare e condividere con il territorio un programma triennale di tutte le manifestazioni”.




Gay pride a Campobasso, la Regione dice no al patrocinio


gay pride

La Regione Molise non patrocinerà nessun Gay pride. Così dopo il via libera da parte del comune di Campobasso al patrocinio gratuito del ‘Gay pride’ in programma nel capoluogo il prossimo 28 luglio, la Regione frena e per quanto di sua competenza, ha deciso per il ‘no’. Palazzo Vitale, evidentemente, non ha ravvisato nella manifestazione le caratteristiche di un evento ritenuto meritevole, per le sue finalità di promozione sociale, culturale, turistico e sportiva, nonché di carattere artistico, storico, scientifico, ambientale ed umanitario – come stabilito nel Regolamento interno – di ricevere il patrocinio e, quindi, “un’attestazione di apprezzamento e di adesione” da parte della Regione.




Mostre, concerti con star della musica italiana e il Degusticous Festival: presentato il cartellone dell'estate a Termoli


cartellone termoli

Concerti di musica classica, contemporanea e jazz, mostre d’arte, spettacoli per i più piccoli senza dimenticare lo sport. Eventi per tutti quelli del cartellone dell’estate termolese presentato oggi in Comune a Termoli dal Sindaco Angelo Sbrocca e Michele Macchiagodena, delegato alla cultura del primo cittadino. Si parte con una serie di esposizioni al Castello Svevo dedicate all’arte contemporanea e di fotografia per proseguire con i mercatini sotto le mura della fortezza il 23 e 24 giugno, il 14, 15 e 28, 29 luglio; l’antiquariato in Piazza Sant’Antonio dal 30 luglio al 2 agosto e dal 21 al 24 agosto. Ci sarà il mercato di Campagna amica della Coldiretti in vari giorni a luglio ed agosto. Il 23 giugno arriverà Samuel Storm con un concerto in Piazza Monumento alle ore 21 mentre dal 23 al 24 giugno è in programma la sagra del gamberetto rosa nel piazzale del porto a cura della cooperativa “Acqua 42″. Il 30 giugno la Notte bianca dei bambini, alle ore 18, in Piazza Monumento.
Eventi di punta dell’estate: la prima edizione del “Degusticous Festival” che vedrà l’esibizione in 4 distinte serate dei Morcheeba il 19 luglio, di Carl Brave Franco 126 il 20 luglio, Max Pezzali con Nel, Francesco Renga il 21 luglio, i Negrita il 22 luglio. Gli ingressi dell’evento nazionale dedicato al degustazione del cous-cous sono a pagamento e la biglietteria è su ticketone. Altro appuntamento di livello, la quarta edizione del Termoli Jazz Festival dal 29 agosto al 1 settembre che vedrà la partecipazione di artisti di fama internazionale: Tortured Soul, Walter Ricci, The Snips, Max Ionata, Daniele Sorrentino e Nichi Nicolai. Non mancheranno eventi musicali sul lungomare nord mentre il concerto della festa patronale di San Basso è affidato quest’anno a Roy Paci & Aretuska il 5 agosto. Torna per la seconda edizione l’Out-Out Festival con più serate nel corso dell’estate: dal 13 al 15 luglio si alterneranno Stefano Battezzaghi, Federico Rampini e Serena Dandini. La Sagra del Pesce rimane una delle manifestazioni storiche della città. Il 10 agosto le strade saranno animate da musica di strada.




Royal Wedding/Harry e Meghan sposi gustando i confetti di Sulmona


Harry e Meghan sposiIl Royal Wedding inglese parla anche italiano,  Il principe Harry e Meghan  Markle che oggi hanno pronunciato il fatidico sì a Windsor, al banchetto nuziale potranno tranquillamente “sgranocchiare” i confetti Pelino di Sulmona. Il Duca e la Duchessa del Sussex li hanno appositamente scelti e pe bril vicino Abruzzo è una bella soddisfazione. I confetti costituiscono la delizia del banchetto reale: sono stati confezionati infatti dalla Pelino solo con zucchero e mandorle provenienti da Avola.