Isernia/Commemorazioni per il Bombardamento del X Settembre, le modifiche alla viabilità


bombardamento di Isernia
Per consentire il regolare svolgimento della giornata commemorativa del bombardamento subito da Isernia nel 1943, con apposita ordinanza comunale è stato disposto, per lunedì prossimo 10 settembre, il divieto di  transito e di sosta, dalle ore 9 e fino al termine della manifestazione, in corso Marcelli (tratto compreso tra la cattedrale e piazza  Celestino V), piazza X Settembre e piazza Andrea d’Isernia (tratto antistante la chiesa cattedrale).



Isernia ricorda il bombardamento del X Settembre 1943. In programma una cerimonia commemorativa


bombardamento di Isernia

Il prossimo 10 settembre ricorrerà il 75° anniversario dei bombardamenti subiti da Isernia nel 1943.
Reso noto il il programma della cerimonia commemorativa. Alle 10:23, i rintocchi delle campane della basilica di San Pietro rievocheranno il momento in cui caddero le prime bombe sulla città. Seguirà, alle 10:30, la santa messa nella cattedrale. Al termine della funzione religiosa, alle 11:30 circa, in piazza X Settembre si procederà alla deposizione di una corona d’alloro ai piedi del monumento alle vittime dei bombardamenti del 1943. Infine, verrà deposta una seconda corona d’alloro al Sacrario del Museo Civico, in piazza Celestino V.




Settembre Isernino/Domenica la presentazione del libro "Storia antica della città di Isernia"


libro storia di Isernia

Domenica prossima, 2 settembre, alle ore 18:30, presso il Museo Civico di piazza Celestino V, verrà presentato il libro «Storia della città antica di Isernia», curato da Diana Cefalogli e Marco Manera per l’editore Cosmo Iannone.

L’opera trae origine da un manoscritto ottocentesco redatto dal medico Domenicantonio Milano, che fu sindaco di Isernia fra il 1861 e il 1863. Il manoscritto si inserisce tra gli scritti di autori locali che, tra la seconda metà del XIX e la prima metà del XX secolo, hanno fornito importanti spunti per la conoscenza storica e archeologica del nostro territorio. «Milano – si legge nella quarta di copertina – racconta la storia di Isernia dalle origini all’età sillana, muovendosi nell’ambito di diverse discipline, spaziando dall’analisi della conformazione geologica del territorio allo studio dei popoli italici e all’esame dei monumenti antichi. Nel corso della sua narrazione, fornisce interessanti informazioni sui rinvenimenti archeologici, spesso da lui stesso visionati, nonché frequenti notizie anche di natura etnografica».

La serata culturale rientra fra le manifestazioni del ‘Settembre Isernino’. In caso di pioggia, la presentazione del volume si terrà nella Sala Raucci del municipio.

I CURATORI DEL LIBRO

  • Diana Cefalogli, archeologa e guida turistica, ha conseguito il diploma di Laurea Magistrale in Conservazione dei Beni Culturali con una tesi in Urbanistica del Mondo Classico. Lavora nel campo dell’archeologia preventiva, con esperienza specifica nel settore delle indagini archeologiche e topografiche in contesti urbani. Ha pubblicato un contributo sull’urbanistica di Isernia antica dal titolo “La forma urbanistica di Isernia” (2014).
  • Marco Manera, archeologo, ha conseguito il diploma di Laurea Magistrale in Conservazione dei Beni Culturali con una tesi in Letteratura Greca. Lavora nel campo dell’archeologia preventiva e dell’assistenza archeologica in corso d’opera, in contesti urbani e rurali. Grande appassionato di testi classici, si è occupato dello studio della tradizione diretta e indiretta di Isocrate.



Un nome nobile per un olio nobile. Marina Colonna da San Martino in Pensilis racconta a Repubblica.it come esporta il Molise di qualità


Marina Colonna

Un nome nobile per un olio nobile. Su Repubblica.it  la storia di Marina Colonna, discendente della storica famiglia romana e della sua azienda agricola, nel comune di San Martino in Pensilis.  Marina Colonna guida un’azienda agricola  di 160 ettari che in origine erano 2000, portati in dote nel 1840 da Giovanna Cattaneo di San Nicandro che andava sposa al principe Colonna di Roma.

“Sono molisana di adozione – dice a Repubblica -, mio padre è morto nel dicembre del 1983, io sono arrivata qui tre anni dopo. Coltivo grano, girasole, ceci, lenticchie, un ettaro di canapa. Tutto il resto è olivo, 55 ettari con 27 mila alberi secolari e un fatturato 2017 di un milione di euro. L’anno scorso è stata un’annata buonissima, con 400 quintali di olio dop, quest’anno sarà meno. Esporto il Molise di qualità”.

Per leggere tutto l’articolo:

http://www.repubblica.it/economia/2018/08/26/news/maria_colonna_donne_impresa-204971636/




Lo spettacolo della storia: apertura straordinaria il 24 agosto del complesso monastico di San Vincenzo al Volturno


san vincenzo al volturno

In occasione delle aperture straordinarie indette dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, per agevolare quanto più possibile gli accessi ai luoghi della cultura anche in orari non usuali, apre al pubblico, il giorno 24 agosto dalle ore 19.30 alle ore 23.00, il Complesso Monumentale Monastico di San Vincenzo al Volturno. La serata organizzata in collaborazione l’amministrazione comunale di Castel San Vincenzo, avrà uno svolgimento articolato, accompagnerà il visitatore, lo prenderà per mano, farà gustare loro il sapore dell’esserci, di trovarsi dentro la scena con la scena, insomma, una serata di storia viva.

Dalle 19.30, la Cripta in esclusiva notturna, sarà visitabile gratuitamente con  Simona Carracillo fino alle 20.30, a seguire, ci sarà “Il potere e la santità”, intervista con la storia di Emilio Izzo con Federico Marazzi docente presso l’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli, nonché direttore di numerose campagne di scavo sul sito monastico e Susanne Meurer, archeologa presso il polo Museale del Molise e responsabile scientifica del sito di San Vincenzo.

Ma il visitatore, avrà l’opportunità per la prima volta, di assistere e vivere da dentro, ad un esperimento di racconto storico figurato-animato, grazie alla collaborazione amichevole della compagnia Cast di Isernia, situazione questa che si potrà giudicare solo dopo averla vissuta, vista la novità ed il carattere di “rappresentazione al momento”, senza prove e senza rete! La luce della luna farà il resto e se non ci sarà, lo spazio coperto antistante la Cripta saprà proteggerci anche in caso di pioggia, evento naturale che non impedirà “lo spettacolo della storia”. Non chiedeteci anche di stare comodi, la cultura, quella vera, si fa con fatti e passione e l’invito è per tutti, meglio se appassionati cultori del bello! Per l’occasione, il ministero ha autorizzato un ingresso a pagamento ridottissimo e simbolico di 2.50 euro.

 




Il "Settembre Isernino 2018" comincia con la Notte Bianca. Tutto il programma


locandina settembre

Sabato 25 agosto, con la Notte Bianca, avrà inizio il “Settembre Isernino 2018”, il cui cartellone è quanto mai pieno di eventi e si protrarrà fino al 30 settembre.
Il programma è stato reso noto dall’assessore comunale Eugenio Kniahynicki: «E’ un cartellone davvero ricco – ha sottolineato –. Sono una quarantina di manifestazioni che includeranno concerti, archeologia, sport, editoria, convegni, mostre d’arte, tradizioni gastronomia e altro ancora. Ne saranno protagonisti intellettuali, pittori, musicisti, chef, scrittori e, soprattutto, le tante associazioni culturali che operano in città. Ci saranno momenti dedicati al merletto e al costume tradizionale, avremo celebri ospiti musicali, si potrà ricoprire la storia della città attraverso i siti archeologici e il ricordo di avvenimenti d’ogni genere, sarà dato spazio alla cinofilia, al motorismo e al ciclismo. Due giorni, inoltre, – ha concluso Kniahynicki – saranno riservati alla Festa della Protezione Civile».
Da segnalare: il 9 settembre, il concerto di Eugenio Bennato; dal 2 al 30 settembre, la mostra d’arte del PACI (Premio Auditorium città di Isernia), il 2 settembre, la presentazione del volume “Storia della città antica di Isernia”; l’8 settembre il convegno sul bombardamento del 1943.




Domenica festa al castello di Pescolanciano tra mostre di pittura, visite guidate e concerti


castello di Pescolanciano

Domenica prossima, 26 agosto, in occasione della ricorrenza di Sant’Alessandro (le cui reliquie sono conservate nel castello di Pescolanciano) e della chiusura della mostra d’arte “Brian Collier in Molise”, l’associazione “Intramontes” e la famiglia d’Alessandro proporranno alcuni eventi. Si inizierà alle ore 11:30 con la celebrazione della santa messa per Sant’Alessandro, all’interno del Castello Ducale . Nel pomeriggio, alle ore 16, ci sarà l’opportunità di una visita guidata alle bellezze e alla antichità del maniero. Subito dopo, alle ore 17, si potrà visitare, in alcune sale appositamente allestite, anche la mostra dei capolavori pittorici di Brian Collier, in compagnia dell’artista inglese. Infine, alle ore 18, la etnoband “Il Tratturo” terrà il suo concerto n. 1753, con Lino Miniscalco (zampogna, ciaramella, flauti pastorali), Mauro Gioielli (voce), Ivana Rufo (chitarre e voce) e Valerio Martino (tamburello e organetto). Per ragioni organizzative e stante la capienza limitata, è gradita la prenotazione (3291266952, 3316195078, info@intramontes.it).




Da Legnago a Campobasso: il Polo Museale del Molise avrà un nuovo funzionario, l'archeologo Federico Bonfanti


Federico Bonfanti

La notizia  arriva da “L’Arena” di Verona; dopo quasi 14 anni di attività, prima come collaboratore e dal 2009 come conservatore, l’archeologo legnaghese Federico Bonfanti lascia il centro ambientale archeologico di via Fermi a legnago per trasferirsi a Campobasso come funzionario archeologo del Polo Museale del Molise. Lo studioso, 38 anni, laureato in Storia, indirizzo Storico-Archeologico e specializzato in Archeologia Pre-Protostorica,  nel 2016 vinse un concorso nazionale indetto dal ministero dei Beni Culturali. Bonfanti lascerà il Museo di Legnago il primo settembre. «Ho sempre lavorato benissimo al centro ambientale,e l’esperienza che ho maturato in questa bella realtà è fondamentale per me. Dal punto di vista professionale il nuovo incarico è però stimolante. Il Molise è terra ricca di siti archeologici pre-protostorici molto interessanti, alcuni dei quali ancora da approfondire con ulteriori ricerche». (fonte L’Arena di Verona-Molisedoc.it)




Musica jazz, arte contemporanea ed enogastronomia, a Trivento nuova edizione della "Notte Bianca della Cultura"


notte bianca 2018

Torna anche quest’anno l’appuntamento con la “Notte Bianca della Cultura” giunta alla sua V° edizione. Anche quest’anno la Notte bianca della cultura ospiterà la tappa triventina di “Borgo in Jazz”, il festival itinerante che associa la valorizzazione dei centri storici alla promozione della musica jazz, all’arte contemporanea e all’enogastronomia regionale di qualità.

La manifestazione si aprirà con l’inaugurazione dell’info point turistico in Piazza Fontana alla presenza delle autorità.

Al termine dell’inaugurazione, ci sarà la visita guidata tra le bellezze e i monumenti del centro storico a cura dei “Narratori di Luoghi”, un gruppo di ragazzi che hanno frequentato il corso omonimo, promosso dalla Pro Loco, in collaborazione con l’Istituto Omnicomprensivo “Nicola Scarano” di Trivento, la Città di Trivento e la Diocesi di Trivento e con il coordinamento dell’Associazione Mu.SE. (Musei Spazi in retE a.p.s.), che aveva l’obiettivo di formare un gruppo di ragazzi per l’accoglienza dei turisti.

A seguire, apericena a base di prodotti tipici in Piazza Cattedrale a cura delle aziende locali. In serata, presso il cortile dell’Episcopio, presentazione del lavoro sulla Diocesi di Trivento dal titolo “Trivento e gli Austrias. Carriere episcopali, spazi sacri e territorio in una Diocesi di regio patronato” a cura della D.ssa Valeria Cocozza. In contemporanea, per i più piccoli spettacolo di animazione in Piazzetta Codarda.

A fine serata, concerto di Maurizio Giammarco e i Syncotribe per Borgo in Jazz Festival 2018.

Inoltre, sempre in Piazza Cattedrale sarà possibile visitare la mostra “In prima pagina” a cura di Enzo Luongo ed altre mostre di pittura e fotografia.

Di seguito il programma completo:

Ore 19.00 Piazza Fontana: Inaugurazione Info-point Pro loco Terventum;

Ore 19.15 Piazza Fontana: partenza visita guidata con i “Narratori di luoghi”;

Ore 20.30 Piazza Cattedrale: apericena con i produttori locali;

Ore 21.30 Piazzetta Codarda: spettacolo di animazione per bambini;

Ore 21.30: Presentazione del libro “Trivento e gli Austrias. Carriere episcopali, spazi sacri e territorio in una Diocesi di regio patronato”.

Ore 21.00-24.00 Piazza Cattedrale:Mostre e concerti

Ore 23.00 Piazza Cattedrale: Borgo in Jazz con “MAURIZIO GIAMMARCO SYNCOTRIBE”

Durante la serata sarà possibile visitare il tappeto ad uncinetto più lungo del mondo che sarà esposto lungo la scalinata di San Nicola e i più suggestivi vicoli del centro storico e sarà possibile acquistare le piastrelle ad uncinetto per contribuire allo scopo benefico dell’iniziativa, ovvero la raccolta fondi per la ricerca contro l’Atrofia Muscolare Spinale.




Bancarelle con libri, giocattoli, fumetti e venditori molto speciali. Il 19 agosto a Ripalimosani c'è "Bimbi in Fiera"


mercatino bimbi

Bimbi in fiera è un momento di libero scambio, acquisto e vendita di fumetti, libri, giocattoli ed altri oggetti vecchi normalmente in uso a ragazzi. Si tratta di bancarelle dell’usato che hanno come commercianti dei bimbi di età compresa tra i 6 e i 14 anni, piccoli commercianti ospitati nell’area esterna-giardino del Convento san Pietro Celestino V di Ripalimosani.

Non è una iniziativa avente scopo di lucro, ma piuttosto un punto di incontro e di gioco con fini non solo aggregativi ma di promozione per i più giovani che possono così ritrovarsi nel mondo e nella mentalità del commercio e del libero scambio. E’ un invito a riciclare, dar valore alle cose: il mercatino diventa così una occasione per imparare a non buttare via niente, perché un vecchio oggetto in disuso può avere valore per un altro bambino.

Il mercatino vuole essere anche una occasione ludica e educativa per i bambini, che attraverso un simpatico meccanismo di compravendita di oggetti  in disuso entrano in relazione tra loro attraverso la mediazione degli adulti e delle famiglie. Per tale finalità e per socializzare verranno proposti ai partecipanti significativi momenti di intrattenimento e di animazione;  quanti vorranno potranno consumare il pranzo nell’area giardino del Convento o nel salone-refettorio.

Per la partecipazione occorre prenotare il proprio posto di vendita.  Le modalità di iscrizione ed altre informazioni possono essere richieste presso la segreteria dell’associazione “Man hu”, Convento san Pietro Celestino V di Ripalimosani (ore 10,00-12,00 e ore 17,00 -18,30 dal lunedì al venerdì), oppure  utilizzando l’email: info@manhu.eu  o telefonando al cell. 3356571500 (Anna Marinelli). Si veda anche l’allegato volantino.

Bimbi in fiera parte domenica 19 agosto 2018 con orario dalle ore 10,00 alle ore 17,00. L’intento dell’associazione promotrice “Man hu” è  rendere mensile questo simpatico appuntament




Castello Pandone a Venafro apre le porte all'astronomia. Appuntamento il 9 agosto


castel pandone venafro

 Apertura straordinaria il 9 agosto del Museo nazionale di Castello Pandone a Venafro che ospiterà, dalle 19 alle 22, due eventi. La prima parte è dedicata ad un seminario sul tema ‘Dalla nascita del Sole a Industria 4.0′.

    Dario Mancini, astronomo dell’Istituto nazionale di Astrofisica e studioso dei sistemi planetari, illustrerà ai partecipanti la sequenza di eventi che hanno caratterizzato l’evoluzione del pianeta Terra e la fase successiva alla ‘terza rivoluzione industriale’ che ha consentito all’uomo di approfondire le proprie conoscenze dell’universo, realizzando strumenti sempre più complessi per installazioni terrestri e spaziali.
L’incontro terminerà con la visione al telescopio di alcuni pianeti del sistema solare descritti durante il seminario.




A Trivento domani la presentazione dell'evento "Il Molise di Mezzo tra arti e cultura". Presenti i Governatori di Molise, Lazio, Umbria e Abruzzo


rocciamorgia e basta

Domani mattina alle ore 10.30 a Trivento in occasione della presentazione dell’evento Il Molise di Mezzo, vi sarà una conferenza di riflessione sulle aree interne e sviluppo con i Presidenti di regione: Donato Toma – Molise, Nicola Zingaretti – Lazio, Catiuscia Marini – Umbria, Luciano D’Alfonso – Abruzzo e con Micaela Fanelli – Consigliera Regionale Molise, Davide Marino – Centro ArIA UniMol e in collegamento telefonico: Fabrizio Barca – Forum Disuguaglianze Diversità, Franco Arminio – Scrittore e Poeta. Saranno presenti anche Giovanni Germano di Cammina Molise e Federico Pommier di Molise Cinema.

Rocciamorgia. Il Molise di Mezzo tra arti e cultura
PROGRAMMA
Territori Frontiere Memorie Paesi
Territori
Venerdì 3 agosto 2018
10:30 Trivento, Piazza Cattedrale
Presentazione della manifestazione del direttore artistico Antonio Seibusi e saluti dei sindaci dei comuni
Trivento, Salcito e Pietracupa e di S.E. Mons. Claudio Palumbo – Vescovo Trivento.
Conferenza di riflessione su Aree interne e sviluppo con i Presidenti di regione invitati:
Donato Toma – Molise, Nicola Zingaretti – Lazio, Catiuscia Marini – Umbria, Luciano D’Alfonso – Abruzzo
e con Micaela Fanelli – Consigliera Regionale Molise, Davide Marino – Centro ArIA UniMol e in
collegamento telefonico: Fabrizio Barca – Forum Disuguaglianze Diversità, Franco Arminio – Scrittore e
Poeta
Saranno presenti anche Giovanni Germano di Cammina Molise e Federico Pommier di Molise Cinema.
Coordina: Giovanni Mancinone – Musica: Damadakà
12:30 Casa Florio
Inaugurazione della mostra fotografica “Niente di nuovo sul fronte orientale”. Foto dall’Afghanistan,
dall’Iran e dal Pakistan del fotografo e artista umbro Graziano Marini, curata da “Il Molise di Mezzo”.
Visita alla mostra “In prima pagina – Il Molise raccontato dai giornali” di Vincenzo Luongo, curata dalla Pro-
Loco di Trivento.
13:30 Degustazioni prodotti locali a cura dei produttori e ristoratori locali
17:30 Salcito, Morgia di Pietravalle
Passeggiata naturalistica alla morgia con lezione di Nicola Petrella
Riflessioni sui territori naturali e sociali con Davide Vitiello
19:00 Morgia di Pietravalle
Teatro di Gianni De Lellis. “La disperazione dell’Uomo solo”. Monologo dall’Aiace di Sofocle
20:30 Salcito centro
Concerto “Sinfonia Mediterranea”
22:00 Salcito centro
Concerto dei Damadakà “Viaggio a sud”
2
Associazione di Promozione Sociale e culturale “Il Molise di Mezzo”. Sede legale Trivento Via B. Mastroiacovo 1/B. CF. 92075000700
Frontiere
Sabato 4 agosto 2018
11:00 Pietracupa, Chiesa Rupestre
“Rocciamorgia Donna” – Interventi e riflessioni di donne su: donne e lettere, donne e scienza, lavoro al
femminile, ruoli sociali, disuguaglianze di genere, violenza di genere.
Coordina Fridanna Maricchiolo – Università degli Studi Roma Tre.
Musica al femminile
13:30 Pranzo a sottoscrizione
17:00 Pietracupa, Piazzetta scalinata
“Frontiere” – Ricordo di Alessandro Leogrande con Angelo Ferracuti e Marco Filoni. Ospite invitata: Florinda
Fiamma.
Interventi e riflessioni sui temi delle migrazioni, della solidarietà sociale e dell’intercultura.
Musica multiculturale
19:00 Pietracupa, Piazzetta scalinata
Musica: “SUONI DAL BUIO” * Voci di donne che resistono
di Susanna Buffa e Ludovica Valori
Flo e Marcello Giannini in Concerto
Bugie, preghiere e cose irreversibili
22:00 Trivento Scalinata di San Nicola
Scott Henderson in Concerto (organizzato dalla ProLoco di Trivento)




Turismo culturale, boom di visite nei musei in Molise nel 2018. A guidare la classifica è il Paleolitico


A pochissime ore di distanza dalle dichiarazioni del ministro della

museo-nazionale-del-paleolitic Cultura, Alberto Bonisoli di abolire subito dopo l’estate le domeniche gratis nei musei, ecco che arrivano i dati  sul turismo culturale in regione. E sono cifre record.

Nel primo semestre 2018, per i luoghi della cultura gestiti dal Polo Museale del Molise, più esattamente da gennaio a giugno sono stati 34.879 gli ingressi in musei, monumenti e aree archeologiche statali, con un aumento del 18,45% (5.432 visitatori) rispetto al medesimo periodo del 2017. Lo rileva l’Ufficio Statistica del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Al primo posto tra i siti più visitati in Molise, c’è il Museo nazionale del Paleolitico, con 6.947 visitatori (+1,03%).
Il Santuario Italico di Pietrabbondante (Isernia) consolida la seconda posizione con 5.854 ingressi (+7,16%). I migliori risultati sono stati registrati però presso il Museo nazionale di Castello Pandone a Venafro (Isernia) con 3.127 visitatori (+69,39%) e presso il Complesso monumentale di S. Vincenzo a Volturno (Isernia) con 3.887 visitatori (+80,20%).




Sant'Elena Sannita capitale del profumo su Turismo.it


Profumi buoni

La storia del profumo non nasce lungo i boulevards francesi. Nossignori! Nasce in un piccolo paese del Molise, Sant’Elena Sannita, da sempre definita appunto la patria dei profumieri.  Sul sito Turismo.it Sant’Elena Sannita e il suo Museo del Profumo la fanno da protagonisti. Il borgo, di appena 300 abitanti è stato  reso celebre nel mondo per un progetto nato nel 2002 e concretizzatosi nel 2014.

Per leggere tutto l’articolo:

http://www.turismo.it/tradizioni/articolo/art/molise-a-santelena-sannita-la-storia-della-profumeria-id-17916/




Termoli/Dopo la tessitura è il momento dello scavo. Nuovo appuntamento con i laboratori estivi di archeologia


tessitura

Lo scorso 20 luglio, presso la sede dell’Associazione “Contrade Termoli Nord”, in località Colle delle Torre, si è svolto il primo appuntamento dei “Laboratori Estivi di Archeologia”, dal titolo “Trame e intrecci dei Frentani”. Guidati dagli operatori dell’Associazione Me.MO Cantieri Culturali, i patrecipanti, dai 4 ai 14 anni, si sono cimentati nell’arte della tessitura. Ogni bambino, infatti, munito del suo piccolo tealio, ha, con pazienza e laboriosità, intrecciato i fili di lana fino a realizzare un piccolo pezzo di stoffa. Sono stati molto soddisfatti dell’ottima patecipazione all’evento gli
organizzatori dell’Associazione “Contrade Termoli Nord”, che, attraverso questi incontri, intendono creare, anche nella aree limitrofe della città, un punto di aggregazione per i più giovani. Il prossimo appuntamento è fissato per il 07 agosto alle ore 17, sempre presso la sede dell’Associazione “Contrade Termoli Nord”, in via G. Pascoli, Contrada Colle della Torre, con il laboratorio di archeologia “Oggi scavo io!”.
Posti limitati, prenotazione obbligatoria, entro due giorni prima, al numero 3479371813.
Il costo è di 5,00 euro a partecipante per ogni laboratorio.




isernia/Luci e sonorità suggestive per l'apertura straordinaria il 21 del Complesso Monumentale di Santa Maria delle Monache


cof

 I beni culturali molisani in vetrina. E’ quanto si propone il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali con le aperture straordinarie dei Musei. Infatti proprio per agevolare quanto più possibile gli accessi ai luoghi della cultura anche in orari non usuali, apre al pubblico, il giorno 21 p.v. dalle ore 19.00 alle ore 23.00, il Complesso Monumentale di Santa Maria delle Monache di Isernia. Come si ricorderà, lo stesso luogo di cultura fu oggetto di una iniziativa analoga il 19 maggio scorso, riscuotendo un successo senza pari, registrando nelle sole tre ore di apertura, circa seicento visitatori! Attratti dal luogo e dalla storia da esso trasmessa, tanti cittadini si congedarono dagli addetti ai lavori pregandoli di ripetere l’apertura straordinaria. Le lunghe vicende del Complesso Monastico, richiamano fatti storici, antichi, misfatti, vicende dolorose, ma comunque ancora visibili tra le mura restaurate o ancora oggetto sensoriale o uditivo percepibile attraverso le emozioni scaturite dalle voci delle sapienti guide alle luci del tramonto. Ma l’occasione è ghiotta anche perché i visitatori saranno allietati da una serata all’insegna delle ottime sonorità offerte dall’Orchestra Giovanile della città di Isernia e dall’Epic Music Orchestra meet the jazz ambassador Ari Roland, con un programma di tutto rispetto, gustando l’eccezionale concerto sotto le stelle dalla terrazza interna al cortile del sito monastico, con lo sfondo del campanile del 700, il tutto sapientemente corredato di un impianto luci d’atmosfera. Ancora una volta questa amministrazione premia il Complesso Museale, centro di interesse culturale teso alla riconquista di quel ruolo centrale che fu suo ma, per troppo tempo, distrattamente accantonato. Ancora un segnale che lo Stato c’è e che fa di tutto per venire incontro ai cittadini, partendo dal biglietto di ingresso al Museo, fissato a titolo simbolico di 1 Euro.

 

 




Visita all'imbrunire all'area archeologica di Pietrabbondante. Guida d'eccezione sarà Adriano La Regina


area Pietrabbondante

L’obiettivo è agevolare quanto più possibile gli accessi ai luoghi della cultura anche in orari non usuali. Per questo motivo il  Polo Museale del Molise organizza per il giorno 21 luglio alle ore 18.30, presso l’area archeologica-monumentale di Pietrabbondante, una “Visita all’imbrunire” all’intera area sacra, compresa la zona interessata dai nuovi scavi. Guida d’eccezione, il prof. Adriano La Regina, presidente dell’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte di Roma, nonché memoria storica del prestigioso sito di epoca sannitica. Il luogo di culto amato dai Pentri, con l’eccezionale teatro in quota, rappresenta da sempre un polo d’eccezione per gli studiosi e gli amanti della storia dei nostri antenati e, l’archeologo La Regina, da diversi anni impegnato in numerose campagne di scavo, anche questa volta saprà appassionarci ripercorrendo le tappe che dalla scoperta ad oggi, ci ha restituito uno spaccato della lunga guerra che vide contrapposte la potenza dell’impero romano con la più umile ma indomita corazzata dei sanniti pentri, ma che ci renderà edotti, in modo particolare, delle ultime importanti indicazioni emerse nella recente tornata di scavo. L’appuntamento per la visita è presso la biglietteria che per l’occasione applicherà il costo d’ingresso simbolico di 2 euro.

 




Forche Caudine e nuovi investimenti per il Molise: da Marco Wong al film My Country


marco Wong e Francesco Caterina

Mentre il nuovo governo regionale prende posto e con collaboratori più o meno nuovi inizia a lavorare per lo sviluppo del Molise, l’associazione “Forche Caudine”, che il proprio posto nella realtà molisana lo occupa ormai da trent’anni, continua l’attività senza interruzioni, nemmeno estive.

Un canale proficuamente avviato, con ampi margini di incremento, è quello degli investimenti esteri. Dopo l’atto di nascita di “Arco Village”, struttura che sorgerà a Pietrabbondante grazie all’investimento firmato dalle due giovani imprenditrici cinesi QiuQiu e Diana He, con il lavoro di advisor messo in atto dal Comitato imprese dell’associazione, si registra un altro importante risultato: l’adesione all’associazione di Marco Wong, presidente onorario di Associna, già vice presidente di Huawei Italia ed attualmente consigliere di amministrazione di Extrabanca. Il suo ruolo nel Comitato imprese dell’associazione molisana avrà il compito di intrattenere rapporti con la comunità cinese in Italia e con le istituzioni cinesi in Cina. Con il manager opereranno altri importanti esponenti dell’imprenditoria asiatica in Italia.

“Con l’ingresso di Wong nel nostro Comitato – spiega Francesco Caterina – concretizzeremo, come già fatto con Arco Village e con altre iniziative in partenza in provincia di Campobasso, soluzioni e sviluppi guardando anche alla ex Ittierre, al porto di Termoli, ai fondi privati cinesi per le infrastrutture molisane, elemento di criticità per il territorio e, ovviamente, al turismo incoming”.

Caterina pone l’accento anche sulla necessità di snellire gli aspetti burocratici per raggiungere i risultati. “Un ruolo importante è rivestito dagli interlocutori politici che troveremo nella macchina amministrativa regionale – prosegue l’imprenditore di Montagano, cosciente delle tante criticità passate. “Più snella e veloce sarà la trafila per attuare i processi produttivi, più velocemente coglieremo gli obiettivi – conclude l’esponente di Forche Caudine.

Su tale linea è lo stesso Wong. Il manager cinese ricorda: “L’imprenditoria asiatica è caratterizzata dalla concretezza. Quindi non è sufficiente invitare delegazioni sul territorio, fondamentale è il ruolo delle istituzioni locali nel mostrare professionalità, competenza, capacità di dialogo e ricettività”.

MyCountry

L’associazione non trascura anche la sua mission culturale. Grazie alla mediazione di Gennaro Di Cicco, il manager della Caritas originario di Castel San Vincenzo, in questi giorni si sta definendo un grande evento per il prossimo autunno: la proiezione, a Roma, del film “My Country” del giovane regista italoamericano Giancarlo Iannotta, con analoghe origini di Castel San Vincenzo.

La pellicola racconta il viaggio compiuto da due fratelli, da Roma al paese molisano, a bordo di una Fiat Cinquecento. Un’affascinante storia in cui s’identificano le migliaia di iscritti all’associazione.

 




Laboratori Estivi di Archeologia, a Termoli tre appuntamenti per bambini dai 4 ai 14 anni


estate termoliL’Associazione “Contrade Termoli Nord” organizza, per tutti i bambini da 4 a 14 anni, tre appuntamenti, da luglio a settembre, con i “Laboratori Estivi di Archeologia”. Gli incontri sono curati in collaborazione con l’Associazione Culturale Me.MO Cantieri Culturali a.p.s., che si occupa della parte scientifica e didattica. Lo scopo è quello di creare un punto di aggregazione, anche nella aree limitrofe della città, e per farlo l’associazione “Contrade Termoli Nord” ha scelto, quest’anno, la conoscenza e divulgazione dell’archeologia attraverso la didattica e il gioco. I laboratori, infatti,

ideati e guidati da operatori esperti dei beni culturali, permetterà ai partecipanti di scoprire il mestiere
dell’archeologo, di imparare la tecnica antica della tessitura e quella del mosaico, attraverso la manualità e la creatività.
I tre appuntamenti si svolgeranno presso la sede dell’Associazione “Contrade Termoli Nord”, in via G. Pascoli, contrada Colle della Torre, nelle seguenti date:
20 luglio – ore 17,00
“Trame e intrecci dei frentani” laboratorio di tessitura;
07 agosto – ore 17,00
“Oggi scavo io!” laboratorio di scavo archeologico;
04 settembre – ore 17,00
“Mosaico creativo” impariamo l’antica tecnica del mosaico.
La prenotazione è obbligatoria, entro due giorni prima, al numero 3479371813.
Il costo è di 5,00 euro a partecipante per ogni laboratorio.




La storia dei reduci molisani della campagna di Russia. Appuntamento a Busso sabato 7 luglio


unirr cb campagna russia

 La storia degli italiani e dei ragazzi di Busso e Campobasso partiti per la Russia durante la II Guerra mondiale nel primo appuntamento in Molise dei reduci di Russia. L’iniziativa è curata dall’Unirr Molise (Unione Nazionale Italiana Reduci di Russia). L’evento si terrà sabato 7 luglio, a partire dalle ore 17.30 presso il Centro sociale-culturale “Giovanni Paolo II”, nei locali della Cappella “Brunetti”, a Busso. Parteciperà il presidente dell’Unirr Molise, Carmela Picciano insieme ad i vertici nazionali. Durante l’incontro verranno narrate le vicende degli oltre 230 mila italiani inviati sul fronte orientale nel 1941 e nel 1942. Saranno presentati, inoltre, documenti, lettere dal fronte, fotografie, filmati. Un particolare ricordo sarà dedicato a tutti quei giovani che da quella terra lontana non fecero più ritorno. Il convegno ha ricevuto il patrocinio del Comune di Busso e della Pro Loco “Monte Vairano”.




Campobasso/Il Gay pride diventa terreno di scontro tra partiti. Pilone:"Una mascherata fuori stagione"


gay pride

Il ‘Gay pride’, in programma a Campobasso il prossimo 28 luglio, diventa terreno di scontro tra la maggioranza di centro sinistra e parte della minoranza al Comune di Campobasso. Critiche vengono mosse dal consigliere di opposizione Francesco Pilone (Democrazia Popolare) in merito al patrocinio gratuito alla manifestazione da parte di Palazzo San Giorgio. L’argomento è stato all’esame della 4/a Commissione consiliare presieduta da Giovanna Viola (Pd) che tornerà in riunione domani. “Sono profondamente contrario nel merito e nel metodo – le parole di Pilone all’ANSA – eticamente perché credo sia una mascherata fuori stagione e poi perché il Regolamento comunale per la concessione dei patrocini è abbastanza chiaro”.
L’esponente della minoranza focalizza quindi l’attenzione su alcuni commi degli articoli 1 e 2: “Il patrocinio è concesso per iniziative e manifestazioni di significato sociale e prestigio cittadino”. “Non riscontro in questa iniziativa – spiega – alcuna valida motivazione”.