IMG_3509[1]

Minacce e ingiurie al professor Italo Testa, vasta la solidarietà dei molisani

image_pdfimage_print

A poche ore dalla conferenza stampa del Forum sulla Sanità pubblica in difesa del suo presidente, il professor Italo Testa, minacciato attraverso una lettera anonima giunta presso la sua abitazione,  si registra una vasta e completa solidarietà nei suoi confronti da parte del mondo politico, sindacale, associativo e di centinaia di semplici cittadini che, attraverso i social network, hanno fatto sentire la propria vicinanza allo storico chirurgo dell’ospedale Cardarelli di Campobasso. Immediata ieri la nota del presidente della Regione Molise, Paolo Di Laura Frattura che, subito dopo aver appreso la notizia, ha espresso solidarietà attraverso una telefonata al dottor Testa.

La CGIL Molise esprime piena solidarietà e vicinanza allo stesso. Il vile atto e il metodo utilizzato, devono far riflettere sul clima che rischia di generarsi attorno ai temi di rilevanza sociale importanti tra cui quello della tutela della salute. La CGIL si è sempre battuta e continuerà a battersi per garantire la libertà di opinione e di idee di tutti nel rispetto della legalità e della trasparenza.” Così afferma in una nota la segreteria regionale del sindacato.

Il presidente del Consiglio Regionale, Vincenzo Cotugno scrive: “Esprimo  sdegno e sgomento per le minacce ricevute dal prof. Italo Testa, stimato professionista e persona mite. A lui manifesto la mia vicinanza dopo aver ricevuto una lettera di ingiurie e minacce di morte che forse sono collegate a questo clima esasperato intorno ad alcuni temi delicati che il nostro territorio sta attraversando, come la sanità, e che lo vedono impegnato alla guida del Forum. A prescindere dalle posizioni politiche e di pensiero, questi atti, che è riduttivo definire vili, sono inaccettabili e privi di senso in un’epoca che, per fortuna, la democrazia e la piena libertà d’espressione del proprio pensiero sono i cardini della nostra società.”

Anche il segretario regionale del Pd, Micaela Fanelli interviene sulla sua pagina facebook. “Esprimo la mia piena solidarietà al dott. Italo Testa – afferma – Le minacce ricevute sono inaccettabili e da stigmatizzare.” Anche il deputato PD Danilo Leva scrive su facebook: “Un abbraccio a Italo Testa e la mia piena solidarietà per le minacce ricevute.”

“Non so se la frase ‘non condivido le tue idee, ma mi batterò fino alla morte affinché tu possa esprimerle’ sia di François-Marie Arouet più noto come Voltaire, o della scrittrice britannica Evelyn Beatrice Hall, ma di sicuro è quello che mi viene in mente quando penso al dott. Italo Testa.” Questo è quanto ha scritto ieri il consigliere regionale Nico Ioffredi rispetto alla vicenda.

Ieri pomeriggio alla conferenza stampa erano presenti anche il sindaco di Montefalcone del Sannio, Gigino D’Angelo, il senatore Augusto Massa, il consigliere regionale Michele Petraroia, l’ex consigliere regionale Antonio D’Ambrosio: tutti hanno voluto essere presenti per testimoniare amicizia e solidarietà intorno all’anziano presidente del Forum. 

About Redazione

Redazione