marozzi

Flixbus “distrugge” le storiche autolinee Marozzi: avviato l’iter per il licenziamento di 85 su 92 dipendenti

image_pdfimage_print

marozzi

 Le storiche autolinee pugliesi Marozzi hanno comunicato ai sindacati l’avvio delle procedure di licenziamento collettivo per 85 dei 92 dipendenti diretti con la cessazione dei collegamenti su gomma dalla Puglia verso Roma, Siena, Firenze e Pisa. La decisione è conseguenza della concorrenza di Flixbus che ha provocato “una forte contrazione di clienti e quindi di fatturato”. “Per stare al passo con i competitor dobbiamo purtroppo attivare le procedure di mobilità”, spiega Giuseppe Vinella, amministratore delegato di Sita Sud (società che controlla Marozzi, 14 milioni di fatturato) e presidente regionale dell’Anav.

Flixbus

Ma Flixbus si difende:”Non possiamo accettare le accuse di Vinella”

 “Non possiamo in alcun modo accettare le accuse di Giuseppe Vinella e il suo tentativo di addebitare a FlixBus la causa delle difficoltà delle autolinee Marozzi, di cui abbiamo appreso da articoli di stampa, difficoltà che evidentemente sono tutte da ricercarsi all’interno della gestione dell’azienda pugliese”. Così, in una nota, Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia, replica a Giuseppe Vinella, amministratore delegato di Sita Sud, società che controlla Marozzi. “Le criticità di una azienda – che tra l’altro è parte del gruppo Sita Sud, gestore di diverse concessioni di trasporto pubblico locale per il quale riceve finanziamenti pubblici – non possono essere addebitate – aggiunge – a un sistema che è in espansione grazie ad alcuni sani elementi portati dalla concorrenza”.

About Redazione

Redazione