bullismo a scuola

Sbattono la testa sul banco ad un compagno di classe. E’ molisano uno dei due bulli denunciati dai carabinieri. Gli episodi in una scuola del vastese

image_pdfimage_print

bullismo a scuola

E’ molisano uno dei due ragazzi autori di  atti di bullismo avvenuti in un istituto superiore della provincia di Chieti. La vittima è un ragazzino di 14 anni di Lanciano. Nei suoi confronti le angherie del vastese e del molisano, entrambi studenti pendolari, erano all’ordine del giorno, ma lo scorso 8 novembre sulla loro vittima si sono accaniti in maniera particolare. I due lo hanno picchiato e poi gli hanno sbattuto la testa sul banco. Il tutto è accaduto quando i controlli in classe – come scrive il Messaggero.it in un articolo firmato da Walter Berghella – erano scarsi. Al ritorno a casa  la madre del ragazzo si è accorta che qualcosa in suo figlio non andava, aveva troppa paura. Solo quando lo ha aiutato a spogliarsi si è accorta che il ragazzo aveva il corpo pieno di lividi. Ha portato così il figlio in ospedale a Lanciano dove i medici hanno diagnosticato una distorsione del rachide cervicale, contusione ad una costola ed ecchimosi da aggressione per 7 giorni di prognosi. I due bulli da parte loro, evidentemente non soddisfatti di quello che avevano combinato, si sono spinti a scrivere minacce anche su WhatsApp. La più inquietante di tutte quella di non tornare a scuola, altrimenti sarebbe stato massacrato di botte e spinto dalle scale antincendio. La madre dopo aver letto tutto, è andata dai carabinieri. I due bulli sono stati identificati e denunciati alla Procura dei Minori de L’Aquila. La donna nel frattempo ha ritirato il figlio dalla scuola. La scuola, la vera sconfitta in tutta questa vicenda. (Fonte Il Messaggero.it -Redazione Molisedoc.it)

About Redazione

Redazione