Sepino Altilia

Sette milioni di euro per valorizzare il patrimonio archeologico. E’ quanto chiedono i sindaci di Isernia, Larino, Pietrabbondante e Sepino al governatore Frattura

image_pdfimage_print

Pietrabbondante teatro

Il ricchissimo patrimonio archeologico molisano ha bisogno di essere tutelato e valorizzato. Abbiamo dato prima la notizia che il Paleolitico di Isernia è abbandonato alle intemperie tra l’assurda indifferenza della Regione, come ha denunciato Emilio Izzo della UilBac.

Tuttavia, se la Regione è “sorda” in questo senso, non lo sono, per fortuna, i primi cittadini di Isernia, Larino, Pietrabbondante e Sepino, cioè i Comuni con il più ricco patrimonio archeologico del Molise.

anfiteatro Larino

I sindaci hanno preso carta e penna e hanno inviato al presidente di giunta della Regione Molise, Paolo Di Laura Frattura, una richiesta di finanziamento di 7 milioni di euro relativi alle misure previste dall’accordo di programma per la valorizzazione del patrimonio archeologico, storico e artistico della Regione Molise, già deliberato nel luglio 2008, attraverso le risorse destinate al programma «Patto per il Molise», al fine di proseguire la realizzazione del progetto integrato e promuovere lo sviluppo dell’intera area.

L’accordo di programma nasce dalla necessità di operare un’azione integrata che porti alla realizzazione di interventi di rilievo strategico, grazie alla sinergia delle risorse e dei soggetti pubblici e privati, finalizzate alla valorizzazione dell’area dal punto di vista archeologico, culturale, storico, ambientale, naturalistico e turistico.

About Redazione

Redazione