Luca lanzalone

Nuovo stadio di Roma, arrestato il presidente dell’Acea, società che gestisce anche il depuratore di Termoli

image_pdfimage_print

Luca lanzalone

Nuovo Stadio di Roma: 9 arresti a Roma, ma la vicenda si riverbera anche in Molise.

C’è anche l’avvocato Luca Lanzalone, presidente di Acea, società che come Crea Gestioni gestisce anche il depuratore di Termoli  tra le persone arrestate questa mattina a Roma. Lanzalone mediatore nella trattativa del febbraio 2017 tra il Campidoglio a 5 stelle e la Eurnova per modificare il progetto dello Stadio della As Roma è tra le 9 persone arrestate questa mattina dai Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando Provinciale di Roma all’interno dell’indagine della Procura di Roma sulla costruzione del nuovo impianto sportivo in zona Tor di Valle. Tra gli altri nomi trapelati quelli dell’imprenditore Luca Parnasi, proprietario della società Eurnova che sta realizzando il progetto dello Stadio e il vice presidente del Consiglio regionale del Lazio, eletto con Forza Italia, Adriano Palozzi. Lanzalone deve rispondere di  associazione a delinquere finalizzata alla corruzione.

L’arresto di Lanzalone non ha nulla a che fare con la società che gestisce sia pure ancora per pochi giorni il depuratore del porto di  Termoli e che a livello locale è oggetto di una inchiesta della Procura di Larino per la vicenda degli scarichi a mare.

Nella vicenda del nuovo stadio di Roma sono coinvolti anche Michele Civita, super assessore  Pd, vicinissimo a Zingaretti e  Adriano Palozzi, consigliere regionale di Forza Italia della corrente di Maurizio Gasparri.

About Redazione

Redazione