corteo a Larino

Tagli alla sanità: più di mille persone alla manifestazione davanti al Vietri di Larino

image_pdfimage_print

corteo a Larino

Una motivazione in più per manifestare l’ha data la tragica vicenda di Michele Cesaride, il 47enne di Larino morto per aneurisma cerebrale a San Giovanni Rotondo, dopo due ricoveri andati a vuoto in Molise. In silenzio davanti all’ospedale Vietri di Larino per dire no allo smantellamento della sanità in Basso Molise, per tutelare i servizi essenziali non più garantiti. Oltre mille persone hanno partecipato ieri sera alla manifestazione organizzata da comitati preoccupati per il futuro degli ospedali di Larino e di Termoli in relazione a tagli dei reparti e riduzione dei servizi. A rischio chiusura anche il punto nascita del ‘San Timoteo’. Una protesta arrivata due giorni dopo la morte del 47enne colto da aneurisma cerebrale a Larino e arrivato in ospedale a San Giovanni Rotondo (Foggia) oltre due ore dopo: ambulanza del paese impegnata in altro intervento e Tac nella vicina Termoli ferma per manutenzione. Un episodio dopo il quale il ministro della Salute Giulia Grillo ha inviato a Termoli ispettori ministeriali. “C’e malcontento generale e disappunto. Siamo determinati a continuare a denunciare e manifestare per una sanità migliore” fa sapere il ‘Comitato San Timoteo di Termoli’.

 

About Redazione

Redazione