aida romagnuolo lega

“Monsignore sul tema migranti basta sparate”: Aida Romagnuolo della Lega contro l’arcivescovo Bregantini

image_pdfimage_print

aida romagnuolo lega

E’ guerra aperta tra la Chiesa molisana, almeno il suo massimo esponente, monsignor Bregantini e i rappresentati regionali della Lega. Il tema è sempre quello, i migranti solo che le parole ora si fanno più dure, almeno da parte della Lega. Bregantini, viene accusato da Aida Romagnuolo di  fare “sparate”

“Ogni volta che apre bocca su problematiche legate ad eventi politici o su problemi riguardanti gli emigranti, crea sconsolazione tra i cattolici, ormai i cittadini non sanno più se di fronte hanno un sacerdote o un ex sessantottino che vive di ricordi”. Così il capogruppo Lega in Consiglio regionale, Aida Romagnuolo, commenta le parole dell’arcivescovo di Campobasso Giancarlo Bregantini, che ieri si è detto “deluso dall’atteggiamento” del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sulla questione della nave Diciotti, sottolineando che “l’immigrazione è prima una questiona umana, poi politica”.
“Delle continue sparate di monsignor Bregantini – prosegue l’esponente di maggioranza – non se ne può più. Ormai gira a ruota libera, dimenticando il ministero della fede e il suo ruolo di pastore”. Per Romagnuolo, dunque, “nulla di indecente nel comportamento di Salvini”, di indecente invece “c’è solo la gratuita dichiarazione del prelato”. “Monsignor Bregantini preghi di più ed impegniamoci a riportare i fedeli in chiesa”.

About Redazione

Redazione